Gestione rifiuti

La vigente normativa in materia ambientale (D.Lgs. 152/2006 “Codice Ambientale” e succ. modifiche ed integrazioni) configura ATER quale produttore/detentore di rifiuti e, in quanto tale, soggetto responsabile del corretto avvio a recupero e/o a smaltimento degli stessi, tramite un iter che garantisce la tracciabilità degli stessi dalla sede di produzione/detenzione alla destinazione finale.

La responsabilità di ATER ricade sia sui rifiuti prodotti a livello aziendale (arredi, strumentazioni e apparecchiature elettroniche, neon, RAEE ecc-) che su quelli abbandonati dall’utenza nelle parti comuni condominiali (interne e/o esterne di proprietà) o all’interno dell’alloggio (a seguito di rilascio dello stesso).

 

FONTE

TIPOLOGIA RIFIUTO

ATER - U.O. Economato

arredi, rifiuti ingombranti, RAEE*, metallo

ATER - Elettricisti

speciali pericolosi, in particolare tubi al neon

ATER - Uffici

assimilabili e oggetto di raccolta differenziata

ATER - UTENZA

arredi, rifiuti ingombranti, RAEE, metallo

 

* RAEE: Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

I rifiuti prodotti da ATER sono così classificati:

speciali non pericolosi 

- RAEE non pericolosi (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche): apparecchiature informatiche e per telecomunicazioni, unità centrale computer, tastiera, mouse, telefoni

- metallo e rottami ferrosi

- legno

speciali pericolosi

- lampade al neon e tubi fluorescenti 

- RAEE pericolosi (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche): monitor, tv…

assimilabili agli urbani:

- arredi, rifiuti ingombranti

- toner esauriti delle stampanti e delle fotocopiatrici 

Per ottimizzare i costi di gestione, ATER Trieste ha stipulato delle convenzioni con imprese regolarmente iscritte all’albo gestori ambientali e con il Gestore del servizio pubblico di raccolta rifiuti.

Dal 2015 ATER Trieste è iscritta al SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti).

 

Gestione rifiuti prodotti in sede

 

La natura dell’attività svolta – amministrativa/d’ufficio - porta alla produzione di due tipologie prevalenti di rifiuti: materiali di consumo (carta e toner) e apparecchiature elettroniche fuori uso.

Per quanto riguarda la carta, in vari punti della sede aziendale sono stati collocati i contenitori per la raccolta differenziata della carta che viene poi destinata al riciclo; il rimanente viene smaltito tramite ditta specializzata che si occupa anche della consegna al macero.

Per quanto riguarda gli esausti da stampa elettronica, ATER Trieste aderisce alla convenzione per il servizio gratuito di raccolta, trasporto e avvio al loro recupero avviato nell’ambito del territorio del Comune di Trieste

Le apparecchiature elettroniche fuori uso sono raccolte e avviate a recupero o smaltimento da una ditta specializzata. L’intervento è effettuato senza cadenze specifiche ma a necessità.