Ater e l'Ambiente

Le dimensioni del patrimonio gestito e la natura delle attività istituzionali hanno indotto Ater a valutare con sempre maggior attenzione l’impatto delle proprie azioni sul tessuto urbano e sull’ambiente.

 

Edilizia, produzione di rifiuti speciali, consumi sono i principali fattori che determinano effetti ambientali diretti e nei cui confronti è stato avviato un concreto controllo per la salvaguardia dello stesso.

In campo edilizio, l’impiego delle fonti energetiche alternative e delle tecniche dell’edilizia bio sostenibile, il ricorso a soluzioni tecnologiche finalizzate all’efficienza energetica e alla riduzione dei consumi, la predilezione del recupero alle nuove costruzioni sono le strategie attuate dall’Azienda, sempre aperta a nuove soluzioni e modalità operative.

La riduzione dei consumi energetici e di acqua si realizza anche con un piano di sensibilizzazione: tramite i propri canali di comunicazione, Ater informa l’utenza sulle modalità per il contenimento dei consumi; inoltre partecipa a campagne informative di più ampio respiro.

Anche per quanto riguarda i rifiuti (sia quelli che derivano dalle attività istituzionali che quelli prodotti – in determinati casi - dall’utenza), l’Azienda si è attivata avviando un piano di recupero e smaltimento.

In tal senso Ater Trieste aderisce ad una serie di iniziative volte alla diffusione della cultura del risparmio energetico quali:

 

 

Energie rinnovabili, mobilità sostenibile, gestione dei rifiuti ed educazione al risparmio energetico sono al centro del progetto ENERGY CARE  finanziato nell'ambito Programma INTERREG VA Italia- Slovenia 2014-2020.