AD ARTE - La CASA si AutoRecupera

L’autorecupero degli alloggi rappresenta una nuova fattispecie prevista dalla più recente normativa regionale (dalla L.R. 30/12/2014, n. 27, ’art. 9, commi dal 16 al 19). 

Le finalità sono molteplici e vanno a vantaggio sia dell’Ente che dell’aspirante inquilino garantendo:

  • la manutenzione del patrimonio ERP (edilizia residenziale pubblica) evitandone il degrado;
  • il mantenimento della proprietà pubblica del patrimonio ERP;
  • l’accelerazione della riammissione in locazione degli alloggi ERP;
  • il coinvolgimento nelle operazioni di manutenzione i futuri beneficiari.

Il progetto AD ARTE è una sorta di “test” per questa modalità innovativa di recupero edilizio ed è stato ammesso a finanziamento nell’agosto 2015.

Per la ristrutturazione è stato individuato uno stabile di proprietà del Comune di Trieste, in via Piero della Francesca 4 a Trieste, composto da dieci alloggi con superficie di circa 52 m2, sviluppato su cinque livelli abitati fuori terra e un piano seminterrato occupato da cantine.

Sono previsti interventi sugli alloggi e sulle parti comuni, anche al fine della riqualificazione energetica dell’edificio 

L’intervento di autorecupero è affidato ad un’apposita cooperativa edilizia di abitazione - costituita dai futuri beneficiari - che riceverà dal Comune l’immobile in diritto di superficie per 30 anni.

Da parte sua, la cooperativa contribuirà alla copertura delle spese per circa il 50% delle opere edili necessarie; ciò grazie ad un finanziamento stipulato con un istituto di credito che sarà ripagato in 30 anni a rate mensili.

La cooperativa inoltre beneficerà dell’assistenza di un gestore sociale sia per la formazione all’attività edilizia, sia per affrontare gli aspetti puramente tecnici.