Criteri per la cessione di alloggi di edilizia sovvenzionata

I piani di vendita 

La cessione di alloggi di edilizia sovvenzionata pubblica è disciplinata dal DPReg. 26 ottobre 2016 n. 208 (art. 21 e succ)

E’ subordinata alla pubblicazione di un piano di vendita da parte dell’ente proprietario e alla presentazione di una richiesta da parte dell’interessato.

Nel piano di vendita vengono specificati i dati relativi agli alloggi nonché le modalità ed i criteri per la cessione in proprietà degli stessi.

Possono essere cedute solo le unità immobiliari già destinate ad uso abitativo. 

Lo stesso soggetto può acquistare più unità immobiliari comprese nel piano. 

 

Requisiti

Gli alloggi compresi nei Piani di vendita possono essere ceduti in proprietà ai seguenti soggetti: 

a) l’assegnatario o gli assegnatari dell’alloggio inserito nel Piano di vendita, in regola con il pagamento dei canoni di locazione e delle competenze accessorie; 

b) i soggetti di cui all'art. 19, comma 1 lett. a), b) e c) del DPReg 208/2016, in possesso dei requisiti prescritti ai fini della successione nell’alloggio, purché l’assegnatario o gli assegnatari dell’alloggio risultino in regola con i pagamenti dei canoni di locazione e delle competenze accessorie; 

c) i soggetti utilmente collocati nelle graduatorie di edilizia sovvenzionata di qualsiasi Comune della Regione F.V.G. e vigenti alla data di pubblicazione del piano di vendita

d) gli assegnatari di alloggio di edilizia sovvenzionata sito nella provincia di Trieste in regola con il pagamento dei canoni di locazione e delle competenze accessorie; 

e) le cooperative edilizie iscritte nel Registro regionale delle cooperative che risultano in regola con le disposizioni relative alla revisione previste dal Capo IV della legge regionale 3 dicembre 2007, n. 27 (Disciplina organica in materia di promozione e vigilanza del comparto cooperativo); 

f) le persone fisiche e giuridiche diverse da quelle indicate nelle lettere precedenti. 

Le condizioni ed i requisiti prescritti devono sussistere in capo ai soggetti richiedenti al momento della presentazione della domanda di acquisto. 

Nel caso pervengano più domande di acquisto relative ad una stessa unità immobiliare, la controparte verrà individuata secondo lo stesso ordine decrescente di priorità

Lo stesso soggetto può acquistare più unità immobiliari comprese nel piano. 

Le entrate derivanti dall’alienazione degli alloggi, al netto delle spese sostenute per la procedura di vendita, sono destinate esclusivamente ad interventi di edilizia sovvenzionata. 

 

Avviso importante

Gli assegnatari di un alloggio inserito nel Piano di vendita, che non intendono acquistarlo, hanno diritto di prelazione per il cambio con un alloggio non compreso in tale Piano; qualora non intendano acquistare tale alloggio né esercitare la prelazione per il cambio, rimangono assegnatari dell’alloggio, che pertanto non può essere alienato.

 

Normativa