Criteri e modalità

 

Fondo Sociale per l'edilizia sovvenzionata (art. 44 L.R. 1/2016) 

 

Il Fondo sociale per l'edilizia sovvenzionata, istituito con L.R. 27 agosto 1999, n. 24 e attualmente disciplinato dall'art. 44 della L.R. 1/2016, assicura la tutela delle fasce più deboli di utenti degli alloggi di edilizia sovvenzionata.

Il Fondo è alimentato dai seguenti soggetti:

  • l'Ater 
  • i Comuni, nell'area di competenza dell'Ater nei quali sono ubicati gli alloggi in proprietà o gestiti dall'Azienda
  • la Regione Friuli Venezia Giulia.

Le risorse provenienti da ciascun Comune e dall'Ater sono utilizzate a favore degli utenti di edilizia sovvenzionata residenti del Comune per il pagamento totale o parziale di quanto dovuto all’Ater per il canone di locazione e rimborso spese reversibili, comprese eventuali morosità pregresse.

 

Normativa e regolamenti

  • Legge regionale 19 febbraio 2016, n. 1, art. 44
  • Regolamento “Fondo Sociale” di ATER Trieste, approvato con Delibera di Giunta regionale n. 1427 dd. 28/07/2017 e adottato con Determinazione Direttore Generale n. 25 dd. 28/08/2017 (pdf; doc) 

Atti di concessione

Fondo Sociale per l'edilizia sovvenzionata (art. 44 L.R. 1/2016)

 

L’individuazione dei beneficiari e la quantificazione del beneficio, entro le risorse disponibili, spettano all’Amministrazione Comunale in base a motivate situazioni di difficoltà socio-economica (art. 3, comma III, del Regolamento “Fondo Sociale” di ATER Trieste, approvato con Delibera di Giunta regionale n. 1427 dd. 28/07/2017 e adottato con Determinazione Direttore Generale n. 25 dd. 28/08/2017)

 

 

Albo dei beneficiari

Non applicabile in quanto non coerente con la natura dell'ente

Pagina creata: ottobre 2015

Ultimo aggiornamento: 25/03/2019