ATTIVITA’ DI PULIZIA DELLE PARTI COMUNI DEGLI STABILI

giovedì, 26 marzo 2020

Per salvaguardare la salute dei propri inquilini, il Consiglio di amministrazione di Ater ha valutato l’opportunità di incrementare le attività di pulizia delle parti comuni.

Considerando il rilevante numero complessivo degli stabili interessati, le diverse situazioni giuridiche del Patrimonio, la varietà delle modalità di gestione delle attività di pulizia degli stabili (gestione Ater, autogestione inquilini, condomini in gestione Ater, condomini in Amministrazione esterna), i costi conseguenti (trattandosi di servizi reversibili resi nell’interesse dei beneficiari), si rende necessario diversificare le modalità operative degli interventi così come segue:
- per gli edifici in gestione Ater: incrementare la frequenza degli interventi di pulizia sulle zone a maggiore rischio di contaminazione, con l’utilizzo di specifici prodotti igienizzanti;
- per gli edifici condominiali in gestione Ater: valutare con i referenti capocasa l’interesse ai suddetti interventi da ordinare alle imprese esecutrici;
- per gli edifici in autogestione ed in Amministrazione esterna: appare opportuno segnalare la problematica e le conseguenti possibili azioni di contenimento da porre in atto ai residenti e alle rispettive Amministrazioni condominiali.


Si sottolinea che a nulla valgono gli interventi messi in campo da Ater se i residenti non osservano scrupolosamente le disposizioni imposte delle Autorità statali e sanitarie.
Si invitano pertanto gli inquilini ad adottare comportamenti adeguati ai fini del contenimento della diffusione del virus e del mantenimento delle condizioni di salubrità nel periodo intercorrente tra i singoli interventi.